“Punti d’Incontro” è un progetto dell’associazione Associazione Dimensione Volontario, realizzato in partenariato con l’Associazione “Il Guscio”, contro la violenza di genere e del Circolo LaAV di Roseto, in collaborazione con le librerie indipendenti di Roseto degli Abruzzi La Cura e Alì BaBook libreria per bambini e ragazzi e la Vetreria Art vetro. Il progetto “Punti d’incontro” è stato finanziato dalla Fondazione Tercas e ha avuto come obiettivo la promozione della cultura della parità di genere e di contrastare la prevaricazione maschile e la violenza di genere. In parFoto incontriticolare, però, con le sue azioni ha puntato a contrastare gli stereotipi di genere tramite una serie di eventi svolti durante l’estate 2021. Il progetto ha voluto sensibilizzare la cittadinanza attraverso attività culturali quali: corsi artistici, incontri di formazione e letture ad alta voce. Inoltre tramite interventi mirati e specifici è stata creata una rete tra le realtà che si occupano di sostenere le donne vittime di violenza.

Foto progetto Punti d'IncontroIl primo laboratorio artistico, in collaborazione con l’associazione “Il Guscio”, è stato un corso di taglio del vetro con tecnica Tiffany presso la vetreria ART Vetro. A seguire si sono svolti anche corsi di pittura a cura di Giorgia Pasquini e un workshop fotografico di Giulia Gatti, il percorso è stato concluso con una mostra fotografica sempre a cura di Giulia Gatti sul corpo della donna.Una seconda sessione di interventi è stata organizzata dal Circolo di Roseto degli Abruzzi “Letture ad Alta Voce” ed ha visto la collaborazione delle librerie Indipendenti “La Cura” e “Alì BaBook – libreria per bambini e ragazzi”. Due professionisti, Fiorella Paone -maestra e pedagogista- e Davide Silvestri -psicosessuologo- hanno tenuto un ciclo di incontri formativi e laboratoriali con al centro la prevenzione della violenza e la decostruzione dei ruoli di genere. Gli incontri si sono tenuti al Parco Savini di Roseto degli Abruzzi, con il primo appuntamento di Fiorella Paone dal titolo “Che genere di libro”: un incontro formativo di introduzione ai criteri di selezione dei libri di qualità sul tema dell’educazione alle differenze rivolti all’infanzia e alla fanciullezza con un focus particolare sui ruoli di genere. Sono seguiti anche i laboratori: “Io sono…, tu sei… di lettura ad alta voce e… altro” rivolto a bambini e bambine da 6 a 9 anni di Fiorella Paone e volontarie e volontari LaAV di Roseto degli Abruzzi; “Che uomo sei?”laboratorio sul tema della mascolinità tossica e sulla decostruzione degli stereotipi di genere di Davide Silvestri e volontarie e volontari LaAV di Roseto degli Abruzzi e “Cos’è il consenso?”, laboratorio che pone un’attenzione particolare sul tema del consenso nelle relazioni, in un’ottica di prevenzione della violenza di genere e di rispetto di ogni singola soggettività di Davide Silvestri e volontarie e volontari LaAV di Roseto degli Abruzzi. Sempre l’associazione LaAV ha realizzato la biblioteca vivente.

 

Il progetto “Punti di incontro” si è concluso con un’azione performativa di restituzione del percorso affrontato su stereotipi e violenza di genere sempre a cura di Fiorella Paone, Davide Silvestri e volontarie e volontari LaAV di Roseto degli Abruzzi e altre associazioni aderenti al progetto.